Progetto Giunco

Nata a Huacho in Perù l’Associazione Tejesol, abbreviazione di tejemos una economia solidaria che significa “tessiamo un’economia di solidarietà”, è formata da donne che riprendendo una tradizione locale e sfruttando le risorse naturali offerte dal territorio, come il giunco che cresce spontaneamente, creano oggetti artigianali da mettere in commercio, contribuendo ad una maggiore partecipazione della donna nel mondo del lavoro e promuovendo uno sviluppo sociale per le persone dei quartieri marginali.

In Italia Tejesol è sostenuta dai volontari del “PROGETTO GIUNCO”, nato all’interno del Gruppo Missionario parrocchiale. All’apertura del nostro sito c’è la seguente frase: “un aiuto in amicizia per un percorso di sviluppo” ed è proprio così che è nato Progetto Giunco, per aiutare Tejesol a crescere fino a diventare la cooperativa che è oggi. L’amicizia iniziale con un p. missionario fidei donum ci ha permesso la conoscenza della realtà di Huacho, realtà in cui la donna, spesso sola o abbandonata dal marito, è costretta a fare i più svariati lavori per poter nutrire e garantire un minimo d’istruzione ai figli. Questo progetto permette loro di lavorare senza essere sfruttate, di migliorare le condizioni economiche oltre che di sentirsi apprezzate e avere una vita dignitosa.

Il nostro punto di forza è il confezionamento delle bomboniere in occasione di matrimoni, battesimi, comunioni, cresime o qualsiasi altra ricorrenza, eventi che nella vita di ciascuno portano felicità e fanno nascere il desiderio di trasmettere gioia a coloro che ci stanno vicino. Si può lasciare in ricordo a parenti e amici qualcosa di veramente speciale: un gesto concreto di generosità a favore del progetto.

La vendita di questi prodotti permette alle famiglie un sostegno economico e un’adeguata condizione di vita. Il guadagno di queste attività viene reinvestito, in modo che chi produce abbia una continuità lavorativa che permetta di svolgere attività anche di solidarietà con persone in difficoltà.

Share on FacebookGoogle+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn


Rimani sempre aggiornato! Iscriviti alla newsletter